Tag Archives: apple

** Mastertek News – AMD vs INTEL, il sorpasso **

, , , , , , , ,
No Comments

AMD vs Intel in 2017

Notizia bomba (ed inattesa) dal mondo dell’hardware PC, ad agosto sul portale e-commerce tedesco Mindfactory.de per la prima volta AMD ha superato Intel come vendite di processori, chiudendo il mese con il 56,1% del mercato rispetto al 43,9% di Intel.

Mindfactory.de si posiziona tra i primi cinque/sei ecommerce per quanto riguarda informatica, elettronica e tecnologia in base ai dati rilevati da ibusiness.de nel 2015 e dall’EHI Retail Institute nel 2016. Tra gli ecommerce che lo precedono si trovano però siti come Apple.de o Medion.com che non vendono componenti, e MediaMarkt.de (Media World) per il quale l’informatica rappresenta solo una porzione del fatturato.

È anche vero però che molte CPU vengono vendute da ecommerce generalisti, Amazon sopra tutti, in volumi che non è dato sapere. Il dato, insomma, non riflette in alcun modo le quote di mercato, ma è indicativo dell’orientamento dei clienti di un importante sito specializzato nella componentistica hardware.

Un risultato impensabile già fino allo scorso anno, tanto che a marzo AMD doveva accontentarsi del 27,6% contro il 72,4% di Intel. Crescita che però è partita già ad aprile proprio con l’arrivo sul mercato dei primi processori Ryzen 7, 5 e 3. È solo ad agosto che si è avuto lo sprint definitivo e più corposo. Il Ryzen più venduto in assoluto sul Mindfactory risulta il 5 1600, modello di fascia media che evidentemente ha fatto breccia negli utenti tedeschi per un rapporto qualità-prezzo davvero invidiabile (oggi si trova online anche a 200 euro).

Colpisce invece notare come il processore più venduto di Intel (con più della metà del totale) sia il Core i7-7700K della famiglia Kaby Lake, modello di fascia più alta che costa circa 150 in più del Ryzen 5 1600. Dai dati sembra insomma che per PC non particolarmente potenti la preferenza vada ad AMD, mentre per le configurazioni più spinte si preferisca Intel.

Tra l’altro i dati relativi alla superiorità del 7700K di Intel vanno avanti da marzo, segno che questo processore ha incontrato da subito il favore degli utenti. Anche i primi benchark del Core i7 8700K sono molto positivi. Lo stesso può dirsi del Ryzen 5 1600, modello che da aprile ad agosto è sempre stato in cima alle vendite di AMD. La classifica però non tiene ancora conto dei Ryzen ThreadRipper, disponibili solo da pochissimo, e c’è da scommettere che a fine settembre AMD allungherà ulteriormente il passo nei confronti dello storico rivale.

 

(Fonte ComputerWorld www.cwi.it)

 

[spider_facebook id=”1″]

** Mastertek News – Android affetta la Mela, l’86% del mercato è suo **

, , , , , , , , ,
No Comments

android1-1024x658

Il primo trimestre del 2016 è stato un periodo positivo per il settore degli smartphone in quanto sono stati venduti circa 350 milioni di device, l’84% del quale ha come sistema operativo Android. Questo settore non sembra essere in crisi dato che c’è stato un incremento delle vendite a livello globale pari al 3,9% rispetto al primo trimestre del 2015. L’analisi statistica è stata eseguita dalla nota società di ricerca Gartner, la quale ha stilato la classifica delle aziende che hanno venduto più terminali nel primo trimestre del 2016, indicando anche le quote di mercato detenute dai vari sistemi operativi.

L’azienda che ha venduto più smartphone è Samsung che, forte delle vendite dei nuovi Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge , ha venduto più di 80 milioni di unità, nonostante le quantità siano quasi uguali rispetto a quelle dello stesso periodo dell’anno precedente. Le aziende che hanno guadagnato più terreno sono state Huawei e Oppo, rispettivamente in terza e quarta posizione, in quanto hanno incrementato le loro vendite di circa 10 milioni di unità. Costante, invece, il numero delle vendite del colosso cinese Xiaomi, il quale guadagna la quinta posizione. Apple perde terreno in quanto ha venduto quasi 10 milioni di iPhone in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Il sistema operativo più diffuso è Android poiché detiene una quota di mercato pari all’84,1%, la quale è incrementata notevolmente a distanza di un anno. Dei 350 milioni di smartphone venduti nel Q1 2016, quasi 294 milioni hanno come sistema operativo Android, segno evidente dell’elevatissima diffusione dello stesso.

(Fonte tuttoandroid.net)

[spider_facebook id=”1″]

** Mastertek News – Il calo di Apple è dovuto alla concorrenza cinese? **

, , , , , , , , , , , , , , , ,
No Comments

apple_financial_results_2_thumb800

Nel mondo tecnologico in questi giorni tiene banco la notizia del calo di vendite della Apple; dopo 13 anni di costante segno più, nel primo trimestre di quest’anno l’azienda di Cupertino registra un calo a due cifre rispetto lo stesso periodo dello scorso anno, con un meno 16,3% di smartphone venduti.

Il CEO di Apple, Tim Cook, butta acqua sul fuoco ed imputa questa situazione ad un fisiologico momento di stallo del mercato degli smartphone, ma è veramente così?

Analizzando i dati forniti dalla società di ricerca IDC, che ha preso in analisi i primi 4 mesi del 2016, le cose sembrano differire dalla visione data dal numero uno della Mela. La coreana Samsung si conferma leader mondiale nella produzione di smartphone, con 81,9 milioni di dispositivi venduti nel primo trimestre, registrando una percentuale di vendite pressoché invariata rispetto all’esercizio precedente, contenendo il calo a soli 0,6 punti percentuali.

Tuttavia sono altre le novità che balzano agli occhi, al terzo posto della classica, subito dietro alla Apple, si posiziona la cinese Huawei, con 27,5 cellulari venduti nel primo trimestre ed un più 58,4% rispetto lo scorso anno. La palma di vincitrice per maggior incremento delle vendite spetta però ad un’altra azienda cinese, la OPPO, che segna un bel più 153,2% frutto di 18,5 milioni di dispositivo venduti, cifre che la posizionano al quarto posto della classica. Poco più in basso, al quinto posto, è sempre la Cina a farla da padrona con la società vivo, che ha venduto 14,3 milioni di smartphone, registrando un più 123,8% sui primi 3 mesi del 2015.

A cosa è dovuto questo cambio di tendenza nel mercato dei dispositivi mobile? Sicuramente il prezzo è una delle ragioni principali, unito ad un comparto tecnologico finalmente all’altezza delle aspettative dell’utenza. Fino a qualche anno fa le aziende cinesi si limitavo a produrre dei “cloni”, spesso pessimi, dei cellulari delle marche più blasonate; ad un aspetto esteriore molto simile faceva da contrappeso una dotazione hardware veramente scarsa, nettamente inferiore agli “originali” e con componentistica di pessimo livello. Negli ultimi anni, forti probabilmente dell’esperienza accumulata, le aziende cinesi hanno invertito il trend, puntando con forza su un proprio brand, realizzando dispositivi con design personalizzati ed accattivanti, supportati finalmente da un hardware di tutto rispetto. Oggi si trovano in commercio sempre più dispositivi “made in China” che hanno caratteristiche tecniche uguali (ed a volte superiori) a quelle dei cugini più blasonati, con un prezzo di vendita al pubblico inferiore anche di quarto rispetto ai top di gamma della grandi marche. Altro aspetto da non sottovalutare è il sistema operativo, Android, divenuto ormai standard per tutto ciò che non è melafonino (con buona pace di Windows Phone, Rim e Symbian), è un sistema più aperto e user friendly rispetto a iOS, inoltre la sua natura open source lo rende una manna per gli “smanettoni”, che da sempre occupano una nicchia importante di mercato.

Momento transitorio o nuovo trend destinato a sconvolgere il mercato dei cellulari? Il mondo dei dispositivi mobile è in continua evoluzione e le certezze sono effimere, lo dimostrano la caduta degli “Dei” Nokia e BlackBerry, fino a pochi anni fa leaders incontrastati del mercato ed ora pressoché spariti. Solo il tempo ci dirà chi ha ragione.

(Mastertek Informatica)

[spider_facebook id=”1″]

×